Sensori di parcheggio: come funzionano? I dettagli

Fiat Panda

1.0 FireFly S&S Hybrid

Consegna Rapida

City car & Compact
Ibrido

da 178€

al mese IVA Inclusa

36 mesi / 10000 km annui / Anticipo 3500€

SALDI YOYO

Citroën C3 Aircross

BlueHdi 110 Plus

Stock Limitato

Suv
Diesel

da 244€

al mese IVA Inclusa

36 mesi / 10000 km annui / Anticipo 4000€

SALDI YOYO

Alfa Romeo Tonale

1.6 Diesel 130cv TCT6 Sprint

Offerta Esclusiva

Suv
Diesel

da 415€

al mese IVA Inclusa

36 mesi / 15000 km annui / Anticipo 6000€

SALDI YOYO

sensori di parcheggio

I sensori di parcheggio sono un optional sempre più presente nelle nostre strade, questo perché semplifica moltissimo le manovre di posteggio, cosa particolarmente gradita soprattutto negli spazi ristretti delle città. Si tratta di dispositivi molto precisi e tecnologici che consentono all’automobilista di ridurre al minimo il rischio di urtare altre auto o oggetti che si trovano nella strada.

Parliamo, quindi, di dispositivi oggi molto richiesti, non a caso molti cercano informazioni sui sensori di parcheggio anche per quanto riguarda il noleggio auto a lungo termine. Le offerte per privati e aziende con sensori di parcheggio sono moltissime, consentendo alle persone interessate di fruirne anche senza dover acquistare la vettura nuova. Del resto, il noleggio presenta diversi vantaggi, tra cui la possibilità di concentrarsi unicamente sulla guida, senza occuparsi di bollo, revisione e assicurazione. Vediamo ora come funzionano i sensori di parcheggio, soffermandoci sui loro vantaggi per chi guida.

Sensori di parcheggio: come mai sono così richiesti

Prima di vedere, in dettaglio, come funzionano i sensori di parcheggio, soffermiamoci sui vantaggi offerti da questi dispositivi così precisi e tecnologici. Innanzitutto, il guidatore grazie a essi riesce a posteggiare minimizzando ogni rischio di impatti anche lievi con altre vetture. Sono dei dispositivi di ultima generazione, costituiti da sensori che riescono a rilevare in tempo reale ogni possibile ostacolo. Ci sono sensori di parcheggio posteriori e sensori di parcheggio anteriori che mandano le informazioni a una scheda elettronica centrale mediante onde ultrasoniche. Ma dove si trovano esattamente?

Al fine di minimizzare ingombri o possibili fastidi, i sensori di parcheggio si trovano all’interno del paraurti e non modificano, quindi, l’aspetto estetico della vettura. Ogni volta che ci si avvicina a un ostacolo potenziale, i sensori di parcheggio anteriori e i sensori di parcheggio posteriori attivano un segnale sonoro che si fa sempre più fitto man a mano che ci si avvicina all’ostacolo. Ormai i sensori di parcheggio sono diventati una costante soprattutto a bordo di vetture come Suv e station wagon, ma vengono apprezzati da tutti i guidatori perché forniscono un aiuto nell’evitare possibili impatti e danneggiamenti.

Sensori di parcheggio: ecco come funzionano

I sensori di parcheggio funzionano in modo diverso a seconda della loro tipologia. Ad esempio, i sensori di parcheggio anteriori prevedono l’attivazione di un apposito segnale audio, che si aziona quando una vettura si avvicina in modo considerevole a un potenziale ostacolo. Nello specifico, il sensore riceve il segnale e lo inoltra all’auto mediante un suono inconfondibile all’interno dell’abitacolo. La centralina avverte, tramite i sensori di parcheggio, l’avvicinamento dell’ostacolo. In questo modo, il guidatore può correre ai ripari, evitando così ogni possibile danno. I sensori di parcheggio laterali, invece, si trovano proprio sulle fiancate del veicolo, per la precisione nei pressi delle ruote anteriori. Tali sensori facilitano il posteggio e riescono a rilevare perfettamente tutte le distanze con altre vetture.

Sensori di parcheggio posteriori: quando si attivano e come funzionano

I cosiddetti sensori di parcheggio posteriori funzionano esattamente allo stesso modo di quelli anteriori. La differenza sostanziale è che quelli posteriori si attivano solamente in caso di inserimento della retromarcia, con il segnale audio che viene inviato quando la vettura è a meno di 1,5 metri di distanza rispetto all’ostacolo. I sensori di parcheggio funzionano misurando esattamente le distanze dagli ostacoli con grande accuratezza e precisione, questo grazie a sistemi di ultima generazione basati su tecnologie recenti e molto efficienti. Il primo beep sonoro che avvisa dell’ostacolo si attiva a circa 1,5 metri di distanza, per poi aumentare di intensità fino alla distanza di 40 centimetri.

Sensori di parcheggio: le diverse tipologie

Come è facile intuire non esiste un solo tipo di sensori di parcheggio, sul mercato ce ne sono disponibili varie tipologie, ognuna con le proprie caratteristiche peculiari. Ci sono, ad esempio, i sensori di parcheggio elettromagnetici, che funzionano mediante il posizionamento di una striscia adesiva nel paraurti. In alternativa, molte vetture propongono la soluzione che prevede quattro sensori a ultrasuoni. Tutti questi sensori vengono attivati da una centralina elettronica e trasmettono segnali acustici che segnalano la distanza limitata da ogni ostacolo.

Ultimamente si sono anche diffusi i sensori di parcheggio wireless, che funzionano mediante una tecnologia senza fili. I sensori vengono alimentati con una luce di illuminazione e lo schermo invia il segnale di ostacolo, aiutando così l’automobilista ad evitare impatti con ostacoli. Insomma, si tratta della soluzione perfetta per evitare ostacoli nel parcheggio, ma anche per rilevare tempestivamente muri, pedoni e biciclette, evitando così oltre a danneggiare la vettura anche di fare del male a terzi.

Insomma, chiunque abbia a cuore la sicurezza e voglia minimizzare i danni nelle fasi di parcheggio, o evitare impatti con ostacoli in strada, dovrebbe prendere in seria considerazione i sensori di parcheggio. Molte case automobilistiche lo hanno capito perfettamente, non a caso negli ultimi tempi sono moltissime le auto proposte con i sensori di parcheggio.

Valentino Arnone
Scritto da:

Valentino Arnone

Valentino Arnone è un articolista che si occupa del settore automotive, rimanendo sempre aggiornato sulle novità e seguendo i principali eventi di settore.

Cosa facciamo per te

Siamo un’azienda di professionisti, esperti nel vasto settore del noleggio a lungo termine auto, per privati e per business. Sul nostro portale potrai trovare facilmente risposta alle tue esigenze di mobilità, selezionando le offerte auto migliori per prezzo e optional inclusi. Ma non finisce qui: ti aiutiamo a finalizzare per telefono la tua scelta, seguendoti in ogni fase del processo e rendendo tutto più semplice e sicuro. Se vuoi conoscerci di persona, vienici a trovare! Siamo nel centro di Torino, con il nostro primo store fisico.movenzia.com è la Digital Company del noleggio a lungo termine.